Progetto A come Atipico!

Un progetto per favorire l’apprendimento delle persone autistiche

A Exposanità la presentazione del progetto A come Atipico! che propone alcune soluzioni studiate dagli studenti del corso in Product Design di IED, Istituto Europeo di Design per migliorare l’apprendimento delle persone con disturbi dello spettro autistico.

Le manifestazioni di autismo sono molto varie tra loro e con diversi livelli di gravità, da forme di comportamento atipico (da qui il nome del progetto) molte lievi a condizioni di severa difficoltà di apprendimento e socializzazione.

Il percorso di ricerca ha indagato le problematiche più diffuse quali la sensibilità ai suoni, agli odori, al tatto e gli stati d’ansia. Un’analisi accurata di questi aspetti ha portato ad ideare ausili che possano favorire l’apprendimento di comportamenti sociali e sviluppare maggiore capacità sensoriali e di pianificazione.

Cosa potrai vedere in fiera

Il 21 aprile dalle 11.30 alle 14.00 in sala Ravel pad. 16 sarà possibile partecipare all’approfondimento dedicato al progetto: A come Atipico! – IED e il Design per la neurodiversità » durante il quale saranno presentati i giochi da tavola con storie sociali e giochi di carte con task per imparare comportamenti e azioni quotidiane, indumenti e accessori per diminuire le condizioni di stress causate dall’ambiente circostante.

Progetto:

A cura di Marika Aakesson, docente in Design for Social Impact e coordinatore del corso triennale di Product Design.

A questa iniziativa hanno anche collaborato tre preziosi esperti sul tema dell’autismo:

Chiara Mangione, responsabile del progetto Asperger Tribe ed è lei stessa nello spettro autistico;

Maria Hillan e Salvatore Bianca, genitori di Giorgio, un ragazzo autistico di diciotto anni, e attivi nell’associazione onlus Divento Grande.

In collaborazione con